Castellinaria 2012 – Una 25esima all’insegna di film sulle vergogne del recente e del passato

Il Festival internazione del cinema giovane di Bellinzona, Castellinaria, ha sempre avuto uno scopo didattico nei confronti dei suoi principali avventori, gli studenti di tutte le età del Cantone Ticino e non solo. Ma quest’anno, più di altre volte, sono stati proiettati film particolarmente politici con lo scopo di sensibilizzare i giovani su soggetti vergognosi del passato e del presente.

Tant’è vero che tra i film che si sono aggiudicati più premi vi è Appartamento ad Atene di Ruggero Diapola, film sul nazismo, presentato nel concorso 6-15, che si aggiudica il premio più prestigioso, il Castello d’oro, e una menzione speciale attribuitagli dalla giuria Fuori le mura.

Nel concorso 16-20 è invece La mer à l’aube di Volker Schlöndorff a vincere meritatamente il premio Utopia. Il film basato sulla storia vera di Guy Môquet, eroe francese diciassettenne ucciso come rappresaglia da parte di Hitler in seguito all’omicidio del Generale Hotz, sensibilizza non solo gli amanti della storia, ma anche tutti i cinefili che hanno voglia di commuoversi.

War_Witch_largeurAltro film importante, che ha come tema quello dello sfruttamento dei bambini soldati in Africa, Rebelle (foto) di Kim Nguyen, si aggiudica il premio “ambiente e salute: qualità di vita”. Il film racconta della giovane Komona, che viene obbligata a uccidere i suoi genitori, prima di essere arruolata come bambina soldato per le forzi ribelli. La giovane deve imparare a convivere con le armi, viene addestrata per l’uccisione dei nemici e costretta a dormire con il suo comandante. Ad un certo punto Komona scappa dai suoi prigionieri, insieme al suo ragazzo Mago, ma il sogno di libertà raggiunge presto il capolinea… Il film contiene scene forti che hanno lo scopo di presentare la realtà dei fatti così com’è, tant’è vero che le scene più crude assomigliano a quanto crediamo possa succedere nella realtà.

Il premio Tre Castelli, primo premio del concorso 16-20, è stato attribuito a un film politico italiano: L’intervallo di Leonardo di Costanzo. La storia narra le vicissitudini di due giovani che si trovano loro malgrado rinchiusi in un vecchio edificio ad interpretare la parte del carceriere e della prigioniera. Con questo film, Di Costanzo oltre a trattare il tema della Camorra, presenta con brio i rapporti tra adolescenti.

Tra gli altri film da segnalare vi è anche Jagten di Thomas Vinterberg, il quale presenta la tematica della pedofilia sotto un aspetto diverso rispetto al solito. Il film racconta le angherie e le violenze subite da un maestro d’asilo, dopo che una sua allieva lo accusa di pedofilia. Le calunnie si rivelano infondate ma nonostante ciò l’uomo viene ripetutamente minacciato fino a che il padre della bambina capisce dell’errore commesso non solo da lui ma da tutti gli abitanti della piccola cittadina danese. Un bel film sull’isteria di massa, ad alta tensione, che sprona lo spettatore a prendere posizione rispetto alle soluzioni facili. Sicuramente la pellicola più interessante di questa venticinquesima edizione di Castellinaria, che consiglio a tutti di andare a vedere.

L’ultimo film che vi consiglio, che è anche l’ultimo che è stato proiettato all’Espocentro, è The Angel’s Share di Ken Loach. Il film racconta di un gruppo di ragazzi che viene obbligato a svolgere lavori sociali dopo aver commesso reati diversi. Il responsabile del gruppo è un grande appassionato di whisky e in poco tempo trasmette la sua passione anche ai ragazzi. Uno di questi, Robbie, ci vede la possibilità di creare un guadagno e arruola gli altri ragazzi affinché lo seguano nell’avventura. Un film esilarante e divertente nel quale Ken Loach non esita a prendersi gioco dei suoi personaggi.

Grande edizione, quindi quella appena conclusasi a Bellinzona, capace di sensibilizzare i propri spettatori su argomenti delicati come quello della pedofilia e dei bambini soldato e su argomenti più rappresentati sul grande schermo come possono essere la mafia e il nazismo. Castellinaria, appuntamento a sabato 16 novembre 2013 per nuove avventure cinematografiche !

Enrico Buletti, 20 anni, impiegato di commercio
Enrico_Buletti

Advertisements
This entry was posted in TGC Ticino. Bookmark the permalink.

Laisser un commentaire

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Changer )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Changer )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Changer )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Changer )

Connecting to %s