12 anni schiavo (Steve McQueen) – Bello ma non convincente

Enea_ZuberDisagio e indignazione sono i sentimenti ormai noti allo spettatore quando esce dalla sala dopo aver assistito a una pellicola di Steve McQueen. Già Hunger poi Shame mostravano la cruda realtà dei fatti senza porsi tanti limiti. 12 anni schiavo non ne è da meno.

Durante la proiezione ho assistito a molte scene cruenti in cui appaiono impiccagioni, schiene lacerate da frustate, ingiustizie o violenze di ogni tipo… Tutte immagini che trasmettono indignazione, frustrazione e un gran senso d’ingiustizia. Contrariamente ai suoi due film precedenti, l’ultimo film di Steve McQueen ha un impatto emotivo meno forte. Se le immagini di Hunger e Shame rimanevano impresse nelle menti dello spettatore anche giorni dopo la proiezione, quelle di 12 anni schiavo svaniscono nelle ore successive alla visione. Ci si sconvolge per un breve momento, ma poi si dimentica tutto e si inizia a pensare ad altro.

Il film colpisce ma non rimane. La storia è molto bella e anche commovente. Se non ci fosse stato un personaggio indemoniato come Ewin Epps (interpretato da Michael Fassbender) il film avrebbe rischiato di diventare troppo smielato e di rimanere privato di quel “pizzico” di violenza che è importante da trasmettere per far si che chi lo guarda rimanga impressionato e scombussolato. McQueen ha saputo dare quel pizzico di peperoncino che però è stato un pò soffocato dall’arrivo del personaggio eroico e rivisitato del tipico bravo americano interpretato da Brad Pitt, indispensabile però per il finale.

Le inquadrature e la colonna sonora danno quel tocco in più a un film che tutto sommato è piacevole da vedere e che incarna in maniera soddisfacente la situazione dell’America nel periodo di pre-guerra di secessione, anche se però, essendo un tema troppo lontano, non colpisce come e quanto dovrebbe.

Enea Zuber, SSPSS, 17 anni

Advertisements
This entry was posted in TGC Ticino. Bookmark the permalink.

Laisser un commentaire

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Changer )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Changer )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Changer )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Changer )

Connecting to %s