12 anni schiavo (Steve McQueen) – Gli orrori della schiavitù negli Stati Uniti d’America

Lopes_DavidIl film, che si svolge nel 1841, narra la storia di Solomon Northup, un talentuoso violinista di colore, che vive libero (condizione non ovvia per una persona di colore a quei tempi) nella contea di Saratoga (New York) con la moglie e i suoi due figli.

Mentre si trova a Washington per lavoro il protagonista viene rapito e privato dei suoi documenti. Portato poi in Louisiana, Solomon sarà venduto come schiavo. Inizia così il suo calvario. Per 12 anni il povero Solomon, o Plat come viene rinominato, vivrà in prima persona le atrocità subite dagli schiavi neri nelle piantagioni degli Stati Uniti d’America.

12 anni schiavo è un film fantastico, in grado di far riflettere su quanto crudele possa essere l’essere umano: questo è un film basato su eventi, purtroppo, realmente avvenuti. Non bisogna infatti dimenticare che durante l’Ottocento la schiavitù era qualcosa di normale e giusto, mentre Apartheid e leggi discriminatorie nei confronti di persone di colore è storia di solo qualche decennio fa.

La visione di questo film è sconsigliata a un pubblico troppo sensibile. Infatti Steve McQueen ci vuole ricordare quanto fossero disumane le condizioni di vita degli schiavi, ci troviamo perciò spesso davanti a scene di terrificanti torture sia psicologiche che fisiche.

David Lopes, Scuola Cantonale di Commercio di Bellinzona, 18 anni

Advertisements
This entry was posted in TGC Ticino. Bookmark the permalink.

Laisser un commentaire

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Changer )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Changer )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Changer )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Changer )

Connecting to %s