Festival de Locarno (13) HIN UND WEG, Christian Zübert – L’unione fa la forza (Piazza Grande)

Hin_Und_Weg

Un gruppo di amici attraversa in bicicletta stupendi paesaggi tra il nord della Germania e il Belgio, illuminati da una calorosa luce solare che rende l’ambiente caldo e confortevole. Sono spensierati, scherzano giocando tra il fango come dei bambini, e presto vengono a conoscenza che uno di loro soffre di una rara malattia incurabile.

Ed è proprio per questo motivo che la comitiva si sta recando in Belgio.

Fra tristezza, rabbia e voglia di vivere al meglio ogni momento della vita, i personaggi sono trasportati in questo viaggio che cambierà completamente le loro vite, facendo capire loro che essa non è data per scontata e che bisogna godere ogni attimo di essa perché è imprevedibile ed è proprio questo che la rende unica e meravigliosa.

Hin und weg conquista l’attenzione dello spettatore dal primo minuto. Si capisce da subito che c’è qualcosa che non va ed è ciò che trattiene lo sguardo del pubblico. I personaggi sono ben costruiti, perché ogni singolo elemento del gruppo è peculiare.

Ci sono quelli che sono sposati ma che litigano e non si trovano più bene l’uno con l’altra. Ci sono quelli che hanno paura di affrontare delle avventure. Ci sono quelli che hanno vissuto la propria vita in un modo, ma che quando incontrano una persona speciale vogliono cambiarla da cima a fondo. Ci sono quelle che, nonostante facciano finta di riuscire a stare da soli, non riescono a stare lontane dalla propria famiglia.

I personaggi si completano nella differenza e grazie alla loro amicizia, possono compiere questo viaggio, arricchendosi vicendevolmente. Il messaggio che il regista voleva assolutamente trasmettere, è che senza le amicizie la vita non è piena, anzi senza qualcuno che compia con questo viaggio assieme a noi, non ha senso.

Hin und weg è un film che commuove e smuove i sentimenti di tutte le persone che lo guardano, ma fa soprattutto capire che la vita va vissuta a pieno e soprattutto che senza rapporti d’amicizia profondi con le persone che amiamo, essa non avrebbe alcun senso.

Tanja Stanojevic, 19 anni, scuola cantonale di commercio di Bellinzona

Advertisements
This entry was posted in TGC Ticino. Bookmark the permalink.

Laisser un commentaire

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Changer )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Changer )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Changer )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Changer )

Connecting to %s