Fuori Mira, di Erik Bernasconi – La bufera imminente

Fuori Mira è un film girato nel 2013 da Erik Bernasconi. Anche se il film è ambientato in un quartiere ticinese, è stato girato nella provincia di Bolzano.

Non è facile definire Fuori Mira e farlo rientrare in un genere: possiamo definirlo una commedia/thriller, la trama spazia infatti da momenti divertenti a scene poliziesche, con tanto di interrogatori e colpi di scena.

Il film racconta delle vicende di un ragazzo di colore, Germain, a cui qualcuno spara durante una giornata nel tranquillo quartiere ticinese. Questo sparo stravolge la vita degli abitanti e fa emergere la vera mentalità della gente. A poco a poco i personaggi si chiudono sempre più nei confronti delle persone di colore e arrivano addirittura ad accusarle di reati inesistenti. Inoltre gli spari causano dei problemi tra Germain e la famiglia della sua ragazza, che è svizzera.

Questo film, dunque, parla di razzismo, ma anche, e soprattutto, di come un singolo episodio possa far saltare in aria tutto il perbenismo di un quartiere.
La storia dura una giornata, dunque si può decisamente dire che la reazione degli abitanti, per quanto possa essere plausibile, è tutt’altro che realistica, poiché un putiferio del genere si potrebbe creare nell’arco di un paio di mesi, ma di sicuro non in una giornata.

Le inquadrature del film sono ben fatte: Erik Bernasconi è riuscito a riprendere e fare emergere il lato sentimentale in ogni scena, che sia comica o drammatica. Ad esempio, in alcune scene, il regista ha deciso di mettere in risalto la comicità del tutto (si pensi alla scena del frigo), mentre nelle scene in cui i protagonisti sono i bambini, si percepisce facilmente l’angoscia crescente per quello che stanno per fare.

Dunque bisogna congratularsi con il regista per il lavoro svolto!
Anche gli attori (prevalentemente italiani) hanno recitato abbastanza bene, non ci sono dei momenti in cui perdono credibilità, nonostante abbiano recitato anche dei bambini.

Fuori Mira è un film divertente, ma che ha anche dei momenti di suspense ed inoltre fa anche riflettere sul razzismo, tematica che qui in Svizzera è molto frequente.

È un film che consiglio vivamente a tutti gli appassionati di cinema.

Mirko Rizzello

Mirko_Rizzello

Advertisements
This entry was posted in TGC Ticino. Bookmark the permalink.

Laisser un commentaire

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Changer )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Changer )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Changer )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Changer )

Connecting to %s