Castellinaria – Deux jours, une nuit (Dardenne) : Two days, one night

2 jours 2

La trama di Deux jours, une nuit si concentra su un argomento discusso come la disoccupazione. La protagonista, Marion Cotillard, aggiunge un tocco melodrammatico alla situazione alquanto comune in tutto il mondo: il datore di lavoro della società di pulizie, nella quale il personaggio principale lavora, mette i suoi collaboratori di fronte a una dura scelta: licenziare la donna e beneficiare di un bonus oppure tenere la collega ma rinunciare al Bonus.

Durante l’intero film il pubblico partecipa al disperato tentativo della donna di convincere i suoi colleghi a rinunciare al bonus. I numerosi e ripetuti tentativi rischiano però di annoiare invece di rendere gli spettatori attenti e partecipi a questa “mission impossible”.
I fratelli Dardenne tentano in maniera piuttosto esplicita di inserire nel film un messaggio tendenzialmente comunista: la disoccupazione è l’altra faccia della moneta del capitalismo.

Gli avvenimenti del film risultano, per questo medesimo fine, un po’ troppo programmati.
Personalmente ho trovato il film poco scorrevole e molto contraddittorio, soprattutto nella parte finale in cui la protagonista conclude sdrammatizzando il problema e convincendosi che troverà presto un altro lavoro. Trovo che esistano essenzialmente due punti di vista in merito alla disoccupazione: uno ottimista e uno pessimista, dunque penso che il finale sia poco coerente tenuto conto dell’atto estremo che la protagonista compie poche ore prima: ingurgita delle pillole per togliersi la vita.

Inoltre i momenti che si susseguono al tentato suicidio appaiono inverosimili, in quanto si stenta a credere che una persona possa riprendersi in così poco tempo e recuperare in poche ore la voglia di vivere.

Eloisa Vergari

Scuola cantonale di commercio Bellinzona, Classe III

Advertisements
This entry was posted in TGC Ticino. Bookmark the permalink.

Laisser un commentaire

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Changer )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Changer )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Changer )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Changer )

Connecting to %s