Echos du Locarno Festival 2017 (8) DISTANT CONSTELLATION – Le cose che non sono presenti

Nella città di Istanbul, da parte a un cantiere dove lavorano giovani operai, si trova un ospizio.

Alcuni residenti raccontano la loro storia. Una donna sopravvissuta al genocidio armeno ricorda i tragici avvenimenti, la famiglia, la fuga. Un anziano fotografo, non vedente, parla di quella che un tempo era la sua professione. Un pianista ricorda le esperienze sessuali avute in passato. Due anziani si divertono a occupare l’ascensore, impedendo agli altri residenti di farne uso.

Il cantiere non si vede dalle finestre, ma a volte il rumore dei lavori irrompe nell’ospizio e riporta gli anziani alla realtà. Vengono pronunciate alcune timide aspettative per il futuro: la donna dice che sarebbe bello avere figli, il pianista avanza una timida proposta di matrimonio alla giovane regista e il fotografo cieco si ostina a scattare fotografie.

Il pensiero degli anziani vaga attorno a cose scomparse, il loro viso è rivolto verso il passato. Le riprese così vicine ai volti dei narratori creano uno spazio intimo, che si estranea dal tempo presente. Una costellazione di storie distanti ma che si rivelano nelle loro individualità.

Oltre le mura, i giovani operai del cantiere guardano invece al domani. Con lo sguardo rivolto verso cose che ancora non esistono: l’edificio che stanno costruendo e la loro vita futura.

Seppur distanti, queste due realtà sono simili: entrambe guardano a qualcosa che non appartiene al tempo presente. Qualcosa che non esiste più o che non esiste ancora.

Distant constellation, opera prima di Shevaun Mizrahi, è un film semplice eppure potente, perché crea un piccolo spazio intimo, senza tempo e pertanto eterno.

Laura Monte

Advertisements
This entry was posted in Locarno Festival 2017. Bookmark the permalink.

Laisser un commentaire

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Changer )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Changer )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Changer )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Changer )

Connecting to %s